Spettacolo

Data
04/06/2022

Ora
19:30

Durata
30 min

Luogo
19 - Palacirco

Sto caricando la mappa ....

No Data

Durante la creazione di Paidia, la Compagnia ha avuto la fortuna di leggere il libro di Roger Caillois, “L’uomo e il gioco”. Callois ha classificato i giochi secondo le loro pulsazioni originarie, cioè secondo principi fondamentali sui cui si basano i differenti giochi. Nei giochi possono essere presenti una o più di queste peculiarità e con diverse percentuali: Agon, Alea, Mimicry, Ilinx.

Agon da vita ai giochi agonistici, ci si affida al controllo, alle capacità di se e alle proprie abilità. Ciclismo, atletica, calcio, pugilato. 
Alea è la componente dei giochi d’azzardo. Il tirare i dadi e affidarsi alla sorte è l’esempio per eccellenza.
Mimicry è la rappresentazione di qualcosa che non siamo. É la maschera e il teatro, il carnevale, le celebrazioni.
Ilinx ci spinge a ricercare un senso di vertigine. Da qui nascono gli sport estremi, l’acrobatica ma anche l’altalena o il girare su se stessi.

Ogni gioco ha una sua origine e delle sue regole che gli permettono di poterne usufruire; i bambini decidono le regole al gioco del pallone per non doverlo rincorrere all’infinito. La Paidia è l’improvvisazione, la sorpresa, la novità, è la fase infantile del gioco. Il Ludus è la regolarizzazione del gioco, un porre condizioni per stabilire degli schemi, le prove, gli spartiti, la logistica e tutta l’indispensabile organizzazione.

Nelle fasi di realizzazione di uno spettacolo, la paidia è immaginare e creare, improvvisare su un vuoto di memoria, cogliere l’attimo e reagire a un errore. Uno non può esistere senza l’altra.

VINCITORE DEL BANDO TRAMPOLINO VETRINA 2022 - promosso da A.C.C.I - Associazione Circo Contemporaneo Italia
ETÀ MINIMA CONSIGLIATA +6