Sabato 4 giugno, ore 10.30 presso il Teatro Vittoria
Incontro con Raffaele De Ritis, ingresso libero

Nuovo Cinema Circo
Viaggio nel tempo e nella meraviglia

Un incontro-spettacolo, tra narrazione, immagini e filmati,  attraverso le incredibili avventure dei pionieri legati alle origini sia del cinema che del circo. Un incrocio continuo tra due mondi gemelli, lo schermo e la pista,  viaggiando attraverso il tempo con straordinari e avvincenti materiali spesso inediti.

Raffaele De Ritis é uno dei registi e storici di circo più importanti al mondo, e questo progetto si basa sui materiali della sua collezione.

Progetto a cura di Quinta parete, l’archivio storico di Raffaele De Ritis e con Circopedia.com

L’incontro si inserisce nel quadro dell’iniziativa Astley’s Place, un’azione a cura di Raffaele De Ritis prodotta da Ass. Giocolieri e Dintorni, nel quadro delle attività di Progetto Quinta Parete, programma di sviluppo e coinvolgimento del pubblico di circo contemporaneo, realizzate con il supporto del MIC. Le differenti azioni di “Astley’s Place” sono illustrate sul sito progettoquintaparete.it.

Astley’s Place
Iniziativa per la fruizione del patrimonio circense  

Astley’s Place è un’azione a cura di Raffaele De Ritis prodotta da Ass. Giocolieri e Dintorni, nel  quadro delle attività di Progetto Quinta Parete, programma di sviluppo e coinvolgimento del  pubblico di circo contemporaneo, realizzate con il supporto del MIC.  

Le differenti azioni di “Astley’s Place”, denominate “Astley’s Lab”, “Nuovo Cinema Circo” e  “Astley’s Blog”, le cui specificità sono illustrate sul sito progettoquintaparete.it/astleys-place, vengono realizzate presso e in collaborazione con organizzazioni e realtà di circo  contemporaneo attive sul territorio nazionale e internazionale. 

ASTLEY’S PLACE: IL PROGETTO

NUOVE GENERAZIONI E ANTICHE RADICI 

Formazione e creazione circense, nelle attuali declinazioni, vedono una generazione di artisti che,  se trova stimoli e suggestioni artistiche e sociali nel presente, inizia a nutrire curiosità verso il passato della propria arte, per superare categorie (contemporaneo/tradizione, o nostalgia/rottura) e con l’obiettivo di un arricchimento globale di artisti, formatori, spettatori,  interlocutori di ogni genere. In parallelo, il formarsi della maturità dei nuovi spettatori sviluppa interesse di approfondimento verso il patrimonio secolare circense alla ricerca di ispirazione,  stimolo ma soprattutto consapevolezza.  

UN ACCESSO INNOVATIVO AL SAPERE ANTICO 

Il progetto nasce per favorire l’accesso a fonti elaborando nuovi strumenti partecipativi (che vadano oltre forme convenzionali come la modalità convegnistica o quella di archivistica localizzata, o l’editoria occasionale). Esso si pone anche obiettivi di riequilibrio territoriale e di accessibilità diretta – sia virtuale che fisica – a fonti documentarie rare, complete e di pregio. Astley’s Place é quindi una forma fluida di accesso al sapere. Prende il nome da Philip Astley, fondatore del circo moderno, rimasto alla storia per capacità di contaminazione, trasgressione e  disseminazione. 

UN GIACIMENTO NASCOSTO 

Il progetto si basa sulla disponibilità di uno dei più grandi archivi circensi esistenti e internazionalmente stimati e mai prima aperto al pubblico: la collezione di Raffaele De Ritis. Autore e regista di respiro mondiale, De Ritis ha accumulato in mezzo secolo una mole notevole di materiale. La raccolta, che spazia dal XVII secolo ad oggi, comprende materiali provenienti da tutto  il mondo. La collezione non si limita solo al circo. Un ulteriore migliaio di volumi e documenti  riguarda aree limitrofe e oggi divenute di riferimento al circo contemporaneo: illusionismo,  sideshow, burlesque, rivista, marionette, commedia dell’arte, physical comedy.
Oltre a materiali storici su teatro, lirica, cinema, musical. 

Oltre alla collezione De Ritis, il progetto prevede un gemellaggio esclusivo con Circopedia, la più importante risorsa on-line al mondo di materiali video e biografie di storia circense. 

ACCESSIBILITÀ E MODULARITÀ

Tale patrimonio viene dedicato, più che alla mera conservazione, a un progetto di accessibilità  trasversale del sapere, in forme virtuali o fisiche, permettendo infinite combinazioni tra linee  tematiche e tipologie di materiale. Vengono progettati moduli formativi/informativi sulla storia del circo, dedicati al mondo delle scuole, compagnie, festival o agli incontri col pubblico: parte dei  temi viene strutturata nel progetto, altri possono essere concepiti su richiesta. Si tratta insomma  di poter costruire, in combinazioni infinite, strumenti al servizio della creazione, della formazione e anche dello spettatore

Le azioni di Astley’s Place sono aperte alla partecipazione di un pubblico ampio e diversificato, così come a gruppi ristretti e specifici. Ciascuna azione prevede un numero minimo e massimo di  partecipanti che possa facilitare e ottimizzare la fruizione dei contenuti proposti.

www.progettoquintaparete.it

LOGO CINEMA CIRCO
Logo Astley's Place
Logo Quinta Parete